Collaborazioni

 

Collaboro con medici, psicoterapeuti e psicoanalisti

componendo, fornendo e suonando musiche terapeutiche in 432 Hz

 

 Collaboro con medici, psicoterapeuti e psicoanalisti, integrando il percorso di cura di ogni singolo paziente, attraverso sessioni di meditazione con musica dal vivo e/o la fornitura di canzoni terapeutiche, composte, suonate e registrate da me, su diagnosi e conoscenza diretta di ogni singolo paziente.

Sono di supporto a percorsi di guarigione interiore e crescita personale, attraverso tecniche di psicoterapia e psicoanalisi diverse, dall’approcio Gestaltico a quello Sistemico Relazionale, sino a quello Psicosintetico relativo alla Psicologia Umanistica e Transpersonale. 

Collaboro inoltre con trainer, insegnanti di meditazione ed altri professionisti nel settore medico e sportivo, componendo musiche specifiche per sessioni su metodi diversi di lavoro sul corpo e la mente, musiche che eseguo dal vivo durante le sessioni stesse.

PERCHE’ IL SUONO STIMOLA IL CORPO

La ricezione di suoni con intonazione in 432 Hz, ha capacità terapeutica perchè il suono vibra con meno oscillazioni al secondo rispetto a suoni e musiche in 440 Hz. Il suono in quanto vibrazione, frequenza, energia, quando entra in contatto con cellule, organi, tessuti e sistema nervoso è in grado di modificarne il flusso elettrico ed il relativo campo magnetico. Le cellule recepiscono le stimolazioni frequenziali e a loro volta generano impulsi della stessa natura.

 

PERCHE’ IL SUONO STIMOLA LA MENTE

Il sistema nervoso produce onde cerebrali, infrasuoni con frequenze misurabili in Hz diverse a seconda dello stato di coscienza. Allo stato di coscienza ordinario il sistema nervoso emette onde cerebrali Beta con una frequenza variabile tra i 14 e i 30 Hz.

Suoni con intonazione in 432 Hz inducono la presenza in stati di coscienza meditativi perché il suono vibra con meno oscillazioni al secondo rispetto a quelli in 440 Hz, agendo sul flusso elettrico delle onde cerebrali rallentando il flusso delle onde Beta e favorendo lo sviluppo di onde Alfa e Theta, rispettivamente con frequenze variabili tra gli 8 e i 14 Hz e i 4 e gli 8 Hz, portando il meditatore a vivere stati di coscienza a maggior funzionalità neuro-biologica.

 

PERCHE’ LA MUSICA STIMOLA LA MENTE

L’ascolto consapevole di musiche in uno stato di coscienza non ordinario stimola il sistema limbico e l’amigdala, la ghiandola preposta alla valutazione del significato emotivo dei vissuti.

Tale stimolazione però non travolge sul piano emotivo il cliente, perchè viene prima ancorato, radicato in se stesso attraverso tecniche meditative specifiche che stimolano il corretto funzionamento del nervo vago, e della corteccia cingolata anteriore, area cerebrale in cui si sviluppano le capacità di attenzione, concentrazione e discernimento delle informazioni.

Per saperne di più

o per prenotare la tua seduta